English (United Kingdom)Italian (Italy)
Anche con 2°C in più siamo fritti? Stampa E-mail
Martedì 14 Agosto 2018 17:37

Secondo una nuova ricerca di un gruppo internazionale di climatologi, anche rispettando il trattato di Parigi, corriamo un forte rischio che il clima vada fuori controllo a causa di una serie di meccanismi naturali di rinforzo del riscaldamento globale. Occorrono azioni molto più decise per decarbonizzare l’economia ed evitare di trasformare la Terra in una “hothouse”.

Il ruolo di Cassandra nel mondo contemporaneo lo hanno svolto per molti anni i climatologi: per 20 anni hanno cercato di suscitare allarme fra opinione pubblica e politici riguardo ai rischi dell’immissione di gas serra in atmosfera, venendo spesso ignorati, sottovalutati o derisi.

Ora che la scienza climatica inizia ad essere presa sul serio, e 195 paesi hanno firmato a Parigi nel 2015 un accordo per limitare la crescita delle temperature a non più di +2 °C rispetto ai livelli preindustriali, cioè di un altro grado in più rispetto ad oggi, Cassandra dovrebbe essere soddisfatta. Ma non è così, all’interno della comunità dei climatologi c’è un sottoinsieme di Cassandre al cubo, che avvertono che non solo gli accordi di Parigi sono tanto vaghi da non riuscire probabilmente ad essere efficaci, ma che, persino se funzionassero, far salire le temperature anche solo di un altro grado, potrebbe comunque portare a un disastro globale.

Continua a leggere su Qualenergia.it

 
NoMore.it - web & comunicazione

(IT) Questo sito web usa i cookie. I cookie aiutano AESS-MODENA a fornire i propri servizi. Navigando sul sito accetti il loro utilizzo.
(EN) We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set.

  • (IT) per conoscere la nostra cookies policy clicca qui
  • (EN) To find out more about the cookies we use see our cookies policy.

  • Accetto i cookies da questo sito / I accept cookies from this site.