Accordo sulla conversione dello zuccherificio di Finale Emilia

Regione Emilia Romagna, Provincia di Modena, Comune di Finale Emilia e sindacati Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil hanno firmato l’accordo per la realizzazione di un impianto per la produzione di energia elettrica alimentato da biomasse agricole che sorgerà sulle ceneri dell’ex zuccherificio di Finale Emilia. L’impianto sarà alimentato da biomasse coltivate sul territorio in un raggio di 50km (herbal crops – particolare varietà di sorgo da fibra), eventualmente integrate da altri sottoprodotti di origine agricola per una potenza complessiva di 12,5 MWe. Italia Zuccheri e le organizzazioni professionali agricole hanno inoltre ribadito i contenuti di un precedente accordo sulla base del quale si è convenuto di avviare, su una superficie di 90 ettari, una sperimentazione per definire tutti gli aspetti agronomici ed economici connessi alle nuove coltivazioni. Entro il 31 ottobre 2008, qualora la sperimentazione dia i risultati positivi attesi, alla luce anche di analoghi accordi sottoscritti in regione, le organizzazioni professionali degli agricoltori e la proprietà definiranno uno specifico “accordo di filiera” per stabilire prezzi e modalità di conferimento della materia prima coltivata. L’accordo di filiera rappresenta l’inderogabile condizione per garantire l’attuazione e la sostenibilità del progetto.

(fonte: regione Emilia-Romagna)