Aria condizionata e global warming. Le contraddizioni pericolose di un mondo surriscaldato

Il mondo si sta riscaldando, i redditi sono in aumento e piccole famiglie vivono in case più grandi in luoghi più caldi. Un risultato è il mercato in forte espansione per l'aria condizionata. Le vendite mondiali nel 2011 sono aumentati del 13% rispetto al 2010 e la crescita dovrebbe accelerare nei prossimi decenni. Secondo una mia stima molto approssimativa, l'aria condizionata residenziale, commerciale e industriale in tutto il mondo consuma almeno 1.000 miliardi kilowatt-ora di elettricità all'anno. I condizionatori d'aria per gli autoveicoli negli Usa da soli utilizzano da 7 a 10 miliardi di galloni di benzina all'anno. E grazie soprattutto alla domanda in regioni più calde, è possibile che il consumo mondiale di energia per il raffreddamento potrebbe esplodere di dieci volte entro il 2050, dando al cambiamento climatico una indesiderata dose di ulteriore slancio.

Continua a leggere su greenreport.it