Conferenza stampa AESS – 24-06-2013

INVITO CONFERENZA STAMPA
 

LUNEDÌ 24 GIUGNO ORE 11

Casa ecologica, via Caruso 3 (angolo via Nonantolana)

Agenzia per l'energia, i dati sul risparmio energetico a Modena
 
I dati sul risparmio annuo in emissioni di anidride carbonica, i risultati previsti entro il 2020, i progetti di consulenza, formazione e informazione rivolti a cittadini, scuole e professionisti: l'Agenzia per l'energia e lo sviluppo sostenibile di Modena presenterà alla stampa le novità sulla propria attività  lunedì 24 giugno alle 11.30 alla Casa ecologica di via Caruso 3 (angolo via Nonantolana).
 
Parteciperanno l'assessore all'Ambiente del Comune di Modena e neo presidente dell'Agenzia per l'energia e lo sviluppo sostenibile Simona Arletti e il direttore Piergabriele Andreoli.
 
 
Scarica la presentazione di AESS

 
MODENA, OGNI ANNO 240MILA TONNELLATE DI ANIDRIDE IN MENO
Il risparmio di emissioni, che a livello provinciale sale a 800mila tonnellate, si deve ai Piani d'azione per l'energia sostenibile progettati dall'Agenzia per l'Energia
 
 
Una riduzione di 240 mila tonnellate ogni anno, fino al 2020, per le emissioni di anidride carbonica in atmosfera. Il dato, che riguarda la città di Modena e a livello provinciale sale a 800 mila tonnellate, viene dall'Agenzia per l'energia e lo sviluppo sostenibile di Modena, associazione no-profit che assiste Enti locali, professionisti e cittadini nell'adozione di pratiche di sostenibilità e miglioramento energetico. Il risultato si deve all'applicazione dei Piani di azione per l'energia sostenibile approvati da 40 comuni del territorio e predisposti grazie all'assistenza dell'Agenzia, che dallo scorso 17 maggio è presieduta da Simona Arletti, assessore all’Ambiente del Comune di Modena.
Arletti è subentrata a Stefano Vaccari, che ha dovuto lasciare l’incarico per la sua attività di parlamentare. Fondata nel 1999 su iniziativa di Comune e Provincia di Modena e attualmente diretta da Piergabriele Andreoli, l'Agenzia conta 32 soci, tra i quali la Camera di commercio di Modena, l’Università di Modena e Reggio Emilia, Legambiente, l’Unione nazionale consumatori, e 23 tra Comuni e Unioni di Comuni delle province di Modena e di Reggio Emilia. Attualmente sono in corso cinque progetti finanziati dall'Unione Europea e uno dalla European Investment Bank, mentre un altro progetto europeo si sta avviando alla conclusione.
“In questi ultimi anni e soprattutto dall’introduzione del Patto europeo dei Sindaci le attività dell’Agenzia si sono dimostrate fondamentali per la realizzazione di Piani integrati per lo sviluppo energetico e sostenibile. Durante la mia presidenza –  afferma l'assessore all'Ambiente e presidente dell'Agenzia, Simona Arletti – intendiamo sviluppare le attività assistendo i Comuni nell’accesso ai finanziamenti regionali ed europei. Sarà anche fondamentale l’attività di comunicazione e di supporto ai cittadini interessati a investire nel risparmio energetico. Il terzo asse di intervento sarà la collaborazione con le imprese, per promuovere gli investimenti a basso impatto ambientale con una consulenza mirata. Vogliamo essere in grado – conclude Arletti – di intervenire sugli aspetti che oggi determinano lo spreco, proporre soluzioni che rispettino l’ambiente e ci aiutino a ridurre le emissioni secondo gli obiettivi europei”.
Così il direttore Piergabriele Andreoli chiarisce l'ambito di attività dell'Agenzia ed esemplifica alcuni risultati ottenuti: “Negli anni Aess ha assunto una funzione di facilitatore nei processi legati allo sviluppo sostenibile e al risparmio energetico, accompagnando le Amministrazioni nella pianificazione delle politiche energetiche, formando i professionisti e informando i cittadini. Per esempio – prosegue – lo sviluppo dei Piani di azione per l'energia sostenibile porta ogni anno una riduzione  di 240 mila tonnellate di anidride carbonica nella sola città di Modena e di circa 800 mila sul territorio provinciale. Grazie al progetto European local energy assistance prevediamo entro la fine del 2014 un'ulteriore riduzione di 9.900 tonnellate e un indotto di circa 650 posti di lavoro a livello locale”.
L’Aess ha curato per 40 Comuni la realizzazione dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile, ottenendo 19 finanziamenti regionali. I Piani sono previsti dal Patto dei sindaci, un movimento al quale hanno aderito quasi 5mila città europee dal 2008 a oggi, impegnandosi ad  aumentare l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili nei loro territori, con l'obiettivo di ridurre le emissioni di anidride carbonica del 20% entro il 2020.
Il progetto European local energy assistance, noto con l'acronimo Elena, gestito e cofinanziato dalla  European investment bank, punta a stimolare investimenti di riqualificazione energetica sul patrimonio degli enti pubblici. Nell'ambito di questo progetto l'agenzia ha curato la predisposizione di bandi per realizzare tetti fotovoltaici a Fanano e Fiumalbo, illuminazione pubblica a Vignola, solare termico a Polinago. Sono in  preparazione altri bandi di gara sempre all'insegna del risparmio energetico, relativi a illuminazione pubblica (a Castelnuovo, Castelvetro, Fiumalbo, Lama Mocogno, Pavullo, Polinago, Riolunato, San Possidonio e Sassuolo), riqualificazione energetica degli edifici (Acer Modena), fotovoltaico (Soliera e Modena), solare termico (Castelnuovo e Polinago).
 
 
 
AGENZIA ENERGIA/2 – L'IMPEGNO PER IL DOPO TERREMOTO
 
IN ALTERNATIVA
 
AGENZIA ENERGIA/2 – CAPPOTTI, DOMOTICA E “CASA CLIMA”
Tra i progetti dell'associazione presieduta dall'assessore all'Ambiente Simona Arletti ci sarà anche un evento dedicato alla ricostruzione sostenibile nei Comuni terremotati
 
 
Dal gruppo di acquisto “Vesto casa” per i piccoli proprietari che desiderano investire in un cappotto termico per la propria abitazione, alla consulenza per gli Enti locali sui temi dell'illuminazione pubblica, dell'energia solare e fotovoltaica e della riqualificazione, fino all'evento speciale “Energia per ripartire”, che sarà dedicato alla ricostruzione sostenibile nei territori colpiti dal sisma. Sono alcuni dei progetti che l'Aess – Agenzia per l'energia e lo sviluppo sostenibile di Modena, proporrà nel corso del prossimo anno ai cittadini e alle Amministrazioni pubbliche del modenese e del reggiano, con l'obiettivo di promuovere il risparmio energetico, l'uso delle fonti rinnovabili e la sostenibilità ambientale.
L'Agenzia, con il sostegno delle associazioni imprenditoriali modenesi, ha sostenuto grazie al progetto “Enercities” le imprese che si occupano di installazione di impianti energetici  sostenibili. Assieme all'Università partecipa a “Main – Materiali intelligenti”, che ha come obiettivo il sostegno alla diffusione di nuovi materiali per l’edilizia per la riduzione del surriscaldamento degli edifici.
Dal 2010 all’Agenzia sono stati accorpati Bioecolab e il Laboratorio di Domotica per creare un unico punto di riferimento sul territorio per le iniziative legate alla sostenibilità in architettura e urbanistica, all’innovazione e al risparmio energetico. L’Agenzia ha acquisito anche l’organizzazione della Settimana della Bioarchitettura e della Domotica che presenta ogni anno le anteprime sul progettare e costruire sostenibile e permette a tecnici ed esperti del settore di confrontarsi sul tema del costruire sostenibile. L’edizione del 2013 avrà come titolo “Energia per Ripartire” e sarà incentrata sulla ricostruzione sostenibile del territorio dopo il sisma. L’obiettivo che si pone l’evento è quello di promuovere sul territorio modenese un’iniziativa di elevato livello per lo scambio culturale, scientifico e di diffusione ambientale, presentando esperienze di carattere sia nazionale che internazionale.
Tra i progetti c'è anche la formazione gratuita per migliorare le competenze di tutti i soggetti che si occupano di progettazione, e in supporto ai tecnici per una ricostruzione sostenibile delle zone colpite dal sisma. Nelle due edizioni, la seconda delle quali è ancora in corso, sono state svolte circa 1000 ore di lezione per circa 7mila partecipanti. L'Agenzia è inoltre, grazie a una convenzione da poco stipulata, il punto di riferimento in Emilia-Romagna per il rilascio della certificazione energetica degli edifici “CasaClima” e della formazione di progettisti, artigiani e committenti.
Le scuole e il sistema educativo vengono coinvolte grazie a progetti come “European sustainibility ambassador” e “Very school”, dedicato in particolare alle tecnologie dell’informazione applicate al risparmio energetico nelle scuole.