Conto Energia: gia’ esaurita la quota 2006, in arrivo nuovo Decreto

Secondo quanto appena annunciato da Gianni Silvestrini, consigliere del ministro Bersani, dovrebbe uscire entro il mese di settembre un nuovo decreto che ridefinirà i criteri di accesso e di contributo per il “conto energia”. Tra le novità, nuovi parametri per l’assegnazione dei contributi che tengano conto della progressività e della qualificazione delle domande (dando priorità ai progetti che prevedano l’integrazione del fotovoltaico in edilizia). Previste anche misure volte a semplificare l’iter per ottenere i permessi di realizzazione degli impianti.

Finora il “conto energia” italiano, il sistema che dovrebbe garantire la diffusione della tecnologia fotovoltaica nel nostro paese tramite tariffe incentivanti è stato caratterizzato da un continuo stop and go

Il problema principale risiede nell’avere per legge fissato un basso limite alla potenza incentivabile: stabilito inizialmente, a luglio 2005, in 100 MW e immediatamente superato dalle domande presentate già a dicembre dello stesso anno, è stato modificato a febbraio del 2006 portandolo a 500 MW ma introducendo al contempo un limite annuale di 85 MW per le concessioni e peggiorando le condizioni economiche dell’incentivo, particolarmente per i piccoli impianti.

Il 31 luglio scorso il Grtn, dopo l’esame delle domande e la redazione della graduatoria, ha reso noto che la quota 2006 è stata bruciata già nel mese di marzo, ovverosia alla prima scadenza disponibile (le domande presentate dal 1°gennaio al 15 febbraio 2006, in base al DM 6 febbraio 2006, erano fuori dalla quota annuale) approvando 1.806 domande sulle 13.657 giudicate idonee, mentre le domande presentate a giugno non verranno nemmeno esaminate.

(redazione AESS)

Il comunicato del Grtn

http://www.grtn.it/biblioteca/documenti/9574_COMUNICATOSTAMPAFV_I_TRIMESTRE_2006.PDF

La storia del conto energia raccontata da un progettista di impianti fotovoltaici http://www.ecoage.com/conto-energia-un-anno-dopo.htm