Dal 1° luglio in vigore le tariffe elettriche biorarie

Dal prossimo 1° luglio comincia il nuovo regime di tariffe elettriche differenziate per fascia oraria per tutte quelle famiglie già dotate di contatore elettronico che si trovino in regime tariffario “a maggior tutela”, cioè che non abbiano mai cambiato fornitore di energia elettrica o sottoscritto contratti di fornitura elettrica sul libero mercato. L’obiettivo è quello di ridurre la punta di domanda elettrica e, di conseguenza, evitare l’utilizzo delle centrali meno efficienti.

 

Con i nuovi prezzi biorari, l’elettricità costerà meno dalle 19 alle 8 dei giorni feriali, tutti i sabati, domeniche e altri festivi (in bolletta sono le fasce orarie “F2” e “F3”) e costerà di più dalle 8 alle 19 dei giorni lavorativi (in bolletta è la fascia oraria “F1”). Con i prezzi biorari, conviene concentrare almeno due terzi dei propri consumi negli orari a minor prezzo, ad esempio utilizzando alcuni elettrodomestici (come lavatrice, lavapiatti, scaldabagno, forno elettrico, ferro da stiro, ecc.) nelle fasce orarie F2 e F3. Per dare alle famiglie, in particolare a quelle con consumi ancora sbilanciati nei momenti meno favorevoli il tempo di abituarsi al nuovo sistema, nel primo anno e mezzo la differenza fra maggiore o minor prezzo sarà piccola (10% circa): di fatto, i possibili risparmi (ma anche l’eventuale maggior spesa) saranno inizialmente molto contenuti ma si offrirà comunque un importante segnale di prezzo verso abitudini di consumo più efficienti e consapevoli del ‘bene’ energia elettrica.

 

Dal gennaio 2012, verranno applicati prezzi biorari che rispecchieranno integralmente il diverso costo dell’elettricità all’ingrosso nei diversi momenti; le differenze di prezzo saranno quindi più accentuate, con maggiori possibilità di risparmi in bolletta e viceversa. L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG), l’organismo che ha deciso la rivoluzione tariffaria, ha reso disponibili anche prezzi biorari “a richiesta” che prevedono differenze di prezzo maggiori, già aderenti ai diversi costi all’ingrosso dell’elettricità nei diversi momenti: chi volesse da subito l’applicazione di questi prezzi, potrà farne domanda al proprio fornitore.

 

(fonte: AEEG)

 

Faq sulle tariffe biorarie

http://www.autorita.energia.it/it/schede/C/faq-biorarie2010.htm

 

Le attuali tariffe elettriche per i clienti “a maggior tutela”

http://www.autorita.energia.it/it/dati/condec.htm