Il 100% di energia pulita non è un mito

Quasi tre quarti delle nazioni del mondo potrebbero essere alimentati interamente da fonti energetiche rinnovabili entro il 2050. Lo afferma una nuova ricerca statunitense che ha passato al setaccio le capacità “verdi”, attuali e future, di ben 139 Paesi. Il risultato è una tabella di marcia in cui si calcola come trasformare l’infrastruttura energetica di queste realtà affinché funzioni esclusivamente con l’energia pulita di sole, vento e acqua.
 
Lo studio, realizzato da quasi una trentina di ricercatori guidati dal professor Mark Jacobson di Stanford, spiega che l’obiettivo del 100 per cento di rinnovabili non solo limiterebbe il riscaldamento globale sotto la soglia di 1,5 gradi Celsius ma permettere di favorire l’occupazione creando oltre 24 milioni di nuovi posti di lavoro a lungo termine. Non solo. Si potrebbero contrastare in questo modo i circa 4,6 milioni di morti premature legate all’inquinamento atmosferico, risparmiando (oltre ai costi sanitari) ben 28mila miliardi di dollari di costi climatici ogni anno.

Continua a leggere su Rinnovabili.it