L’Australia mette al bando le lampadine a incandescenza

Battendo sul tempo un analoga proposta di legge presentata in California, il ministro australiano dell’Ambiente Malcolm Turnbull ha annunciato che il suo paese sarà il primo, a partire dal 2009, a introdurre nuovi standard energetici che vieteranno di fatto la vendita di lampadine a incandescenza e neon a bassa efficienza sostituendole con lampade fluorescenti compatte energeticamente efficienti. L’Australia, che non ha ratificato il protocollo di Kyoto, ha stimato che con questa operazione potrà ridurre le emissioni effetto serra di quattro milioni di tonnellate entro il 2012, mentre il maggior costo delle lampade si ripaga velocemente con i risparmi in bolletta. E’ molto probabile che l’Europa segua presto la decisione australiana, questa almeno è l’indicazione uscita dal summit dei leader europei dello scorso 9 marzo, tanto che la Commissione Europea sta pianificando uno studio a riguardo.

La lampada ad incandescenza è un invenzione che risale a 125 anni fa e da allora non ha subito sostanziali modificazioni: converte in luce circa il 5% dell’energia che riceve e ne spreca la rimanente parte, principalmente in calore.

(Redazione AESS)

Cos’è l’efficienza luminosa

http://it.wikipedia.org/wiki/Efficienza_luminosa