Le emissioni di CO2 nei comuni del distretto

Il CISA ha messo a punto una serie di metodologie e strumenti per la contabilità delle emissioni e di CO2 a livello comunale nel Distretto dell'Appennino Bolognese.
Nel corso del 2009/2010 è stato sviluppato uno schema di inventario locale sulla base delle metodologie adottate nell'ambito della rendicontazione per il Protocollo di Kyoto e per la strategia europea al 2020. Alla base della elaborazione sta il tentativo di fornire ai comuni uno strumento accessibile attraverso il quale poter conoscere i propri livelli di emissioni di gas serra e di conseguenza dimensionare gli obiettivi al 2012 e al 2020. Tale strumento si concretizza in un foglio di calcolo (formato .xls) che può essere compilato con relativa facilità da un tecnico comunale, senza bisogno di movimentare risorse aggiuntive. Per i dati di input vengono indicate direttamente le fonti a cui fare riferimento, ma è anche possibile sviluppare un secondo livello di approfondimento inserendo, qualora disponibili, dati specifici comunale (es. consumi energetici della Pubblica Amministrazione).

Per poter valutare al meglio i progressi delle Amministrazioni verso la costruzione di un sistema energetico sostenibile, all'inventario si affianca uno strumento per la valutazione di una lista selezionata di iniziative locali. Sempre attraverso un foglio di calcolo di facile accesso, è possibile valutare gli impatti previsti in termini di riduzione di emissioni per una serie di specifici interventi che vanno dall'installazione di impianti di produzione energetica da fonti rinnovabili a misure per l'efficienza.

Scarica il Foglio di calcolo per l'inventario comunale
Scarica il Foglio di calcolo per la valutazione degli interventi
 

Il contatore di emissioni e di assorbimento di co2
Il contatore mostra i volumi di CO2 emessa dai cittadini nello svolgimento delle abituali attività quotidiane e la quantità di CO2 assorbita dal bosco appenninico. Scorrendo il mouse sopra la cartina è possibile conoscere per ogni Comune Obiettivo 2 dell'Appennino bolognese l'ammontare delle emissioni di CO2 prodotte dall'uomo e dei volumi assorbiti dal patrimonio forestale locale in un anno solare. L'estensione del patrimonio forestale è indicata dalle diverse tonalità di verde: i Comuni caratterizzati dai toni più scuri hanno maggiori superfici boscate in relazione alla superficie e, quindi, sono capaci di maggiori assorbimenti di CO2.

Nota metodologica [.pdf 31 Kb]

Studi correlati
La relazione finale: Criteri metodologici per un sistema di contabilità delle emissioni di gas serra a scala locale. Schede per la valutazione dell'impatto (in termini di riduzione dei gas serra) di iniziative energetiche intraprese a scala comunale (2010) – [2,98 MB]

Vedi il pdf della pubblicazione su: RAPPORTO sulle emissioni comunali e sugli stock forestali di CO2 dei comuni dell'Appennino bolognese – Dati, proposte e metodi di calcolo (2010) – [16.4 MB]

Il sistema energetico dei comuni CISA: domanda energetica, emissione di gas-serra e potenziale delle fonti rinnovabili [.pdf 4,39 Mb]