Mega centrale solare al petrolchimico di Brindisi

Nell’area in cui doveva sorgere il termovalorizzatore si farà invece una centrale fotovoltaica: è stato presentato nelle mani del presidente della regione Puglia Nichi Vendola il progetto per la costruzione di un impianto da 11 MWp, con una produzione annuale prevista in oltre 15 GWh, che dovrebbe vedere la luce all’interno del petrolchimico di Brindisi. Attualmente si tratterebbe della centrale fotovoltaica più grande del mondo ma, a prescindere da ogni discorso di primato internazionale (si veda in proposito l’articolo più in basso), si tratta sicuramente dell’iniziativa largamente più importante del settore in Italia. Committente del progetto è il gruppo Italgest, affiancato dalle università di Bari e Lecce in veste di partner scientifici e tecnologici. Al momento, secondo fonti aziendali, sono in corso le operazioni di caratterizzazione e bonifica dei suoli, propedeutiche al via libera per il riutilizzo dell’area da parte del Ministero dell’Ambiente. Se tutto va bene l’impianto dovrebbe essere pronto ad entrare in funzione nel corso del 2009 occupando una superficie di oltre 84mila mq. Accanto alla centrale sorgeranno poi una scuola di formazione sulle energie rinnovabili rivolta alle pubbliche amministrazioni, un polo di eccellenza per la ricerca e lo sviluppo dello sfruttamento dell’energia solare e per finire un centro di formazione per progettisti, installatori e manutentori di impianti solari.

(fonte: Il Sole 24 Ore)

Il gruppo Italgest

http://www.italgest.it

(fonte: Il Sole 24 Ore)

Il gruppo Italgest

http://www.italgest.it