News

NOVITÀ PER LA CERTIFICAZIONE CASACLIMA

IL NUOVO ANNO PORTERÀ ALCUNE NOVITÀ PER LA CERTIFICAZIONE CASACLIMA

L’obiettivo è consolidare la posizione CasaClima come marchio di qualità sia a livello nazionale che internazionale, rendendo sempre più evidente e comprensibile a un vasto pubblico la differenza tra la propria certificazione di qualità verificata e garantita e l’attestato di prestazione energetica obbligatorio a livello nazionale e regionale – sia per edifici nuovi che per compravendite.

Si ritiene fondamentale il rafforzamento del ruolo del consulente CasaClima, in quanto il supporto di un esperto qualificato dall’Agenzia nel processo di certificazione è importante non solo per iniziare, ma per completare e portare a buon termine i progetti. Così il consulente CasaClima beneficerà di default di prezzi ridotti per tutte le certificazioni e diventa una figura sempre più centrale anche per quanto riguarda i protocolli di sostenibilità (CasaClima Nature, Welcome, Work&Life, School, Wine e ClimaHotel).

 

Le principali novità che verranno introdotte:

Le classi A e B vanno in pensione

Si ritengono maturi i tempi per abolire la vecchia classificazione delle classi energetiche e delle lettere che le definivano – fermo restando che dal punto di vista energetico una CasaClima deve soddisfare almeno i requisiti dell’attuale classe B.

La targhetta diventa definitivamente un sigillo di qualità a 360 gradi e non crea più malintesi con la certificazione energetica vigente in altri territori. Per i più virtuosi viene mantenuta la targhetta Gold.

 

Vengono aggiornate le Tariffe di certificazione

Vista la ripresa del settore l’Agenzia torna sostanzialmente alle tariffe in vigore prima della crisi del 2012, ma con una sostanziale riduzione di prezzo, se il richiedente è un consulente CasaClima o il richiedente è accompagnato da un consulente CasaClima.

Dopo un periodo di tariffe transitorie, che CasaClima aveva introdotto nel 2013 per dare il proprio contributo al superamento della grave crisi del settore edilizio dell’epoca, si ritiene il mercato sia oggi pronto a tornare a prezzi più sostenibili sia per il committente che per l’Agenzia CasaClima, e adeguati al valore reale della Certificazione.

Rispetto all’attuale tariffario, i nuovi importi sono leggermente maggiori per le piccole cubature e inferiori per quelle grandi, ma pur sempre largamente inferiori a quelli di tutti i sistemi paragonabili.

Dal 1° gennaio 2020 il prezzo della certificazione energetica classica parte da 2.500 Euro per edifici uguali o inferiori alla superficie netta riscaldata di 300m2, con un aumento in base alle dimensioni dell’edificio più contenuto.

In ogni caso l’Agenzia si riserva la facoltà di offrire condizioni particolari a enti pubblici o a casi ritenuti meritevoli o bisognosi di sostegno. Il tariffario sarà, come di consueto, pubblicato sul sito web dell’Agenzia CasaClima e delle agenzie partner sul territorio nazionale.

 

Sconti per consulenti energetici CasaClima

I consulenti accreditati godranno di default di uno sconto del 20%, che pone i prezzi a loro riservati esattamente allo stesso livello del 2012 per le case più piccole, mentre il pareggio con i prezzi attuali viene raggiunto a partire da 500 m2. Vantaggi anche consistenti si riscontrano per le cubature maggiori.

 

Tariffario internazionale dedicato

Visto il crescente interesse per la certificazione CasaClima a livello internazionale per la prima volta viene adottato un prezziario dedicato, che tiene conto delle maggiori spese sostenute, a partire da quelle di viaggio e spesso imprevedibili complicazioni burocratiche. In questo caso il prezzo di una certificazione parte da 4.000 Euro per 300m2 SNF. Anche in questo caso si applicano gli sconti per il consulente.

 

Clausola transitoria per trattative con potenziali clienti in atto

Per le trattative già in atto tutti i consulenti accreditati possono chiedere all’Agenzia CasaClima di poter applicare, laddove conveniente, le tariffe attualmente in vigore fino al termine ultimo del 29 febbraio 2020.