Progetto “Tigers”: recuperare il potenziale energetico dei gas di scarico

I gas di scarico dei motori possono essere utilizzati come fonte di energia supplementare per i veicoli avendo così un minor consumo di carburante, una maggiore efficienza e di conseguenza una minore emissione di gas serra. Ingegneri inglesi hanno sviluppato un semplice ma rivoluzionario metodo per il recupero di una significativa quantità di energia che normalmente andrebbe perduta. Siccome il sistema è abbastanza semplice e parzialmente basato su tecnologie esistenti può essere sviluppato appieno nel giro di pochi anni anche se ” dicono i ricercatori che lavorano sul progetto TIGERS (Turbo-generator Integrated Gas Energy Recovery System) per conto della Society of Motor Manufactures and Traders questo è solo l’inizio.

Il sistema consiste in un generatore installato in un tubo di scarico parallelo che si trova a valle di un bypass posizionato appena sotto il collettore di scarico dei gas combusti. Una valvola collegata al sistema di controllo del motore permette, a seconda delle condizioni di carico, a una parte dei gas ad alta energia di passare attraverso una turbina che muove un generatore elettrico. Normalmente i gas a 800°C di temperatura hanno una velocità di 60 m/s e una portata di 0,05 Kg/s che fornisce sufficiente energia per per muovere il generatore a 80.000 giri/min generando una potenza elettrica di 6 kW ” più che sufficiente a gestire il sistema elettrico dell’automobile. Il semplice design del generatore consente di avere un sistema affidabile ad un costo relativamente basso. Il sistema TIGERS raggiunge efficienze superiori all’80%, contro il 60 % circa di un sistema tradizionale con alternatore. L’abbinamento di questo dispositivo ad un moderno sistema elettronico di gestione dell’energia del veicolo rende possibile una riduzione dei consumi di carburante tra il 5 e il 10%.

 

(redazione AESS)

Il progetto Tigers (in inglese)

http://www.foresightvehicle.org.uk/dispproj1.asp?wg_id=1145