Pubblica Illuminazione per 6 comuni Geovest: atteso oltre il 30% di risparmio energetico col Servizio Energia

Il consorzio pubblico Geovest, costituito da 11 comuni modenesi e bolognesi, ha emesso un bando di gara per 6 dei Comuni soci (scadenza: 5 marzo 2010) per la riqualificazione energetica, la fornitura di energia e la gestione della pubblica illuminazione, per una durata di 15 anni, con un contratto di tipo Servizio Energia indirizzato all’efficienza energetica e alla riduzione dell’inquinamento luminoso. I risparmi energetici medi attesi sono stimati del 31%, mentre il meccanismo di “sharing savings” prevede che i medesimi risparmi siano spartiti al 50% tra il comune e l’aggiudicatario dell’appalto. Il vantaggio per i comuni sarà tanto in termini economici, con un deciso abbattimento della spesa rispetto ai consumi storici, quanto in termini di diminuzione delle emissioni di CO2 e di controllo del flusso luminoso diretto e indiretto verso il cielo. L’Agenzia per l’Energia di Modena ha realizzato il censimento e l’analisi energetica degli impianti della pubblica illuminazione ed elaborato il capitolato speciale d’appalto in collaborazione con Geovest e le amministrazioni interessate.

L’illuminazione, pubblica e privata, rappresenta un settore determinante per il conseguimento degli obiettivi di risparmio energetico previsti dall’Unione Europea al 2020: secondo un rapporto della IEA (International Energy Agency) risalente al 2006, per i servizi di illuminazione si impiegava a livello mondiale una quantità di elettricità pari a quella prodotta da tutti gli impianti a gas naturale del pianeta e il 15% in più di quella messa in rete da tutte le centrali idroelettriche e nucleari messe insieme, mentre le emissioni di anidride carbonica erano stimate equivalenti al 70% di quelle automobilistiche.

(redazione AESS)

Il bando di gara Geovest per la Pubblica Illuminazione