Ultime dal boom: Cina leader dal 2007, tutti puntano sul film sottile

Secondo la rivista Sun&Wind Energy (n.1 /2007) i produttori di celle e moduli fotovoltaici quest’anno aumenteranno di 42 unità rispetto all’anno precedente, una crescita mai registrata finora, tanto che gli anni 2006 e il 2007 potrebbero essere ricordati nel futuro come quelli del vero decollo di questa tecnologia. Ma anche la geografia mondiale della produzione è in piena rivoluzione: con la Cina che dovrebbe conquistare la leadership mondiale dell’industria fotovoltaica entro la fine del 2007. Una ricerca della società di servizi sino-britannica ENF mostra che nel grande paese asiatico sono presenti attualmente 163 società di moduli e 22 di celle, sempre più concentrate in alcune località, secondo la logica dei distretti industriali. Ma il boom del settore riguarda anche l’occidente: una delle industrie più innovative, la californiana Nanosolar, inizierà la produzione di celle a film sottili CIGS nei nuovi mega stabilimenti di San Jose, in California, e Luckenwalde, un quartiere appena fuori Berlino. Ed è proprio la tecnologia del film sottile a caratterizzare la crescita dell’industria FV dei paesi più evoluti (quattro società nate nell’ultimo anno solo in Germania), con l’obiettivo dichiarato di abbassare sensibilmente i prezzi dei pannelli e il miraggio di arrivare, in prospettiva, a costi dell’ordine di 1 ‚¬/Wp installato.

 

(fonte: Qualenergia)

Il sito web di Nanosolar

http://www.nanosolar.com