Xeolo: un termodinamico anche per la Sicilia

E´ stato presentato nelle scorse settimane al Csp Expo di Roma e dovrebbe essere realizzato a Ribera, provincia di Agrigento, quello che potrebbe essere uno dei primi impianti solari a concentrazione a vedere la luce in Italia. Si chiama Xeolo e, una volta a regime, fornirà oltre 800 MWh all´anno, sufficienti a soddisfare i consumi medi di almeno 200 famiglie.
La struttura sarà formata di 12 collettori parabolici lineari – specchi concavi che ruotando su un solo asse riflettono e concentrano i raggi del sole su un tubo posto nel punto di fuoco – al cui interno scorrerà un fluido diatermico trasferente il calore a un generatore ad alta efficienza per la produzione di elettricità. L´area coperta dagli specchi sarà di 4.200 mq su un totale di 30mila. L´impianto è di tipo “non integrato”, cioè funzionante solo con energia solare, senza un generatore a fonti fossili che lo supporti. Il generatore sarà una turbomacchina a ciclo organico Rankine da 200 kW, in grado di trasformare l´energia termica in energia elettrica con rendimenti superiori al 20%. Completamente automatizzato, sarà collegato a un sistema di accumulo termico in grado di mantenere il fluido in temperatura e l´impianto in produzione anche per almeno 6 ore dopo il calar del sole.

(fonte: ZeroEmissionTV)

Il prototipo di impianto solare a concentrazione proposto per l´appennino bolognese
http://www.provincia.bologna.it/probo/download//Provincia_oggi/scheda_termodinamico.pdf